E Lumia fu. (710 e 800)

Dunque il tanto atteso nuovo corso di Nokia è cominciato. Nella gamma del produttore finlandese entrano i primi due smartphone con Windows Phone 7. Due prodotti che sembrano ben fatti, collocati in una fascia di prezzo medio bassa (per il Lumia 710) e media (per il Lumia 800). Saranno disponibili in Italia nella terza decade di novembre e certamente li prenderemo, intanto per provarli e vedere se diventeranno o meno gli smartphone aziendali.

La cosa più interessante che osserviamo - specifiche e funzionalità a parte - è che Nokia ha già rilasciato e cominciato a far girare uno spot (per ora sul web) molto accattivante. E' di fatto il primo spot di uno smartphone Windows Phone 7 che faccia venire voglia di comprarne uno.

Windows Phone 7, una UX troppo avanti per allora

Parecchi anni fa, circa una decina, lavorando ad un progetto per un cliente proponemmo una interfaccia quasi identica a quella che oggi propone Microsoft con Windows Phone 7. Ricordo bene l'espressione del cliente e del suo responsabile IT quando gli mostrammo il prototipo.

Un misto di meraviglia, ribrezzo, dubbio e riprovazione. Di positivo nulla, come assai poco gradevole fu il modo di definire quanto gli proponevamo "troppo colorato, troppo ingombrante, troppo difficile da leggere, troppo poco corporate".

Forse eravamo noi troppo avanti, certamente era indiero il cliente che volle una soluzione di interfaccia in cui in una sola schermata dovette trovare spazio l'inverosimile, o forse non fummo noi abbastanza convincenti.

Inutile dire che la scelta di Microsoft, oggi come "allora" ci convince molto.

Windows Phone 7: sarà dura aspettare il Natale



Windows Phone 7 è stato finalmente annunciato e ci è piaciuto molto, moltissimo. Finalmente lo abbiamo visto in azione. Possiamo metterci l'anima in pace "rassegnadoci" a tenere gli attuali iPAQ aziendali sino a fine anno.

Già perchè da alcuni anni, modello dopo modello, nella dotazione personale come telefonino aziendali (telefonino si fa per dire...) ci sono tutti HP iPAQ. Qualcuno potrà dire "ma siete matti? Niente iPhone, niente Nokia, niente BlackBerry?". Proprio così. Li abbiamo comprati, modello dopo modello, provati, capito come funzionavano, collegati al collegabile, interfacciati con l'impossibile e poi... abbiamo deciso di usare invece gli iPAQ con Windows Mobile.

La fotocamera ce l'abbiamo, abbiamo il controllo vocale pure, il navigatore non manca, abbiamo l'email push con Microsoft Exchange, abbiamo le memorie aggiuntive, le batterie che si cambiano o aggiungono facilmente, abbiamo Outlook Mobile e la suite di Office Mobile. Abbiamo gli mp3, abbiamo i video, abbiamo i giochini (di tempo per giocarci ne abbiamo meno, ahimè) ed abbiamo anche un sacco di belle applicazioni aggiuntive, da quelle per controllare da remoto i nostri server a quelle per leggere i codici a barre. Ci manca un po' la radio FM di alcuni Nokia, dobbiamo ammetterlo, ma abbiamo ovviato con dei giocattolini delle Creative che vanno molto bene.

Insomma, non smettiamo di testare, provare, cercare di meglio, ma per ora  - pesando pro e contro - di meglio non lo abbiamo trovato.

Ora dobbiamo tenere duro sino al prossimo Natale, Quando i nuovi iPAQ con Windows Phone 7 saranno disponibili. Speriamo in realtà un pochino prima, contando sulla benevolenza di HP e Microsoft.